COME SI FANNO

Le iniezioni intravitreali vengono eseguite in un ambiente sterile, con il paziente comodamente seduto su una sedia reclinabile o sdraiato in un comodo lettino.

Per rendere la procedura indolore, viene somministrato un collirio anestetico, e successivamente viene disinfettata la zona intorno all’occhio. Successivamente il volto del paziente viene coperto con un leggero foglio di carta sterile per isolare l’occhio in un ambiente sterile e viene applicata una molletta per tenere l’occhio aperto.

Una volta preparato il paziente, viene fatta l’iniezione attraverso la sclera direttamente nel vitreo con un ago sottilissimo montato una siringa particolare. Grazie all’anestesia questo tipo di procedura provoca un senso di pressione più che di dolore.

Dopo l’iniezione vengono rimossi il velo di carta e la molletta e il paziente dopo pochi minuti viene controllato dall’oculista e poi può andare a casa. L’intero processo dura circa 15 minuti, mentre l’iniezione dura solamente qualche secondo.

Come si fanno le iniezioni intravitreali

Maggiori informazioni

Lo specialista risponde

Una risposta alle vostre domande più comuni.

Come viene fatta un’iniezione intravitreale?

Un intervento veloce ed indolore.

I Principali Anti-VEGF

L’evoluzione, l’innovazione e il futuro di un farmaco rivoluzionario.